giocatori_n

I giocatori

di Pau Mirò
traduzione e regia Enrico Ianniello
visto al Teatro Franco Parenti di Milano _16-25 gennaio 2015

Siamo goffi, inconcludenti, comici, persino quando beviamo una tazza di caffè. Ce l’ha magistralmente insegnato De Filippo: per fare commedia non occorre alterare la realtà o portarla sopra le righe, basta fotografarla nei suoi più piccoli dettagli. Non sorprende allora che sia venuto in mente proprio a un regista campano (Enrico Ianniello, alle spalle una lunga esperienza eduardiana anche al fianco di Toni Servillo) di trasporre a Napoli Els Jugadors del catalano Pau Mirò, sottile commedia del quotidiano. Eduardo è del resto riferimento esplicito per Mirò, classe 1974, emerso nell’ambiente sperimentale della Sala Beckett, e oggi considerato una delle voci più interessanti della drammaturgia catalana. Nelle mani di Ianniello Els Jugadors è diventato, alla partenopea, Jucatùre e ha meritato il Premio Ubu come migliore testo straniero nel 2013. Oggi lo spettacolo arriva al…

[more]
Dal nostro canale youtube

Rimini Protokoll – Remote Milano

4 a stagione

4 motivi per non perdere…

Recensioni

  • babel-1
    Babel (E le genti furono parecchio confuse)

    di Sara Meneghetti
    regia di Lucia Menegazzo
    visto allo Spazio Tertulliano_ 7-11 gennaio 2015

    Un filosofo, un architetto e uno straniero. In Babel – scritto, diretto e interpretato da giovani…

Focus

  • oratorio per eva
    Lavori in corso per una Eva in transito

    Oratorio per Eva
    coreografia e regia di Roberto Zappalà
    visto a Scenario Pubblico, Catania_ 20-22 dicembre 2014

    Oratorio per Eva è il secondo lavoro di un percorso in tre tappe:…

Sguardi sulla Grecia

  • Amor Terzopoulos
    Trent’anni di Theatro Attis con Terzopoulos

    Fra i registi greci contemporanei, Theodoros Terzòpoulos è senz’altro il più noto in ambito internazionale, anche perché, dopo il giovanile apprendistato al Berliner Ensemble, si è fatto promotore instancabile di…

Bacheca

  • TeatroPocket
    Teatro Pocket

    La natura straordinaria del teatro si realizza nella sua capacità di trasformarsi continuamente, mescolando linguaggi e urgenze dentro una creatività dinamica. Ma c’è una e una sola cosa di cui…

In scena a Milano

  • Ligabue-334
    Un bès – Antonio Ligabue

    Mario Perrotta sembra costantemente affascinato dalle storie di alterità, dalle voci fuori dal coro, dai punti di vista non ordinari. Affermatosi come capace autore e narratore con il bellissimo Italiani…

Ultimo numero

  • Ventotto 2013: L’autore non abita più qui?

    Il nuovo numero di Stratagemmi è dedicato alla Giornata di studio L’autore non abita più qui? Il rapporto tra autore drammatico e regista nel sistema teatrale italiano.
    All’incontro – svoltosi all’Università degli Studi di Milano il 30 novembre 2012 e organizzato dal Cendic (Centro Nazione Drammaturgia Italiana Contemporanea) e dal Cam (Coordinamento Autori Milanesi) – hanno partecipato studiosi e registi, drammaturghi e operatori.
    A introdurre l’iniziativa sono le riflessioni di Ira Rubini e Massimo Sgorbani. Mentre Alberto Bentoglio, Maria Gabriella Cambiaghi, Maddalena Giovannelli, Marco Pernich, Margaret Rose affrontano la questione in una prospettiva storica: le relazioni mettono in luce come si è evoluto il rapporto tra autore e regista da Goldoni/Medebach a Ettore Gaipa, fino alle più recenti voci della drammaturgia italiana e anglosassone.
    Nella seconda parte, la parola va ad autori, registi, attori, operatori attivi nel territorio italiano: Andrée Ruth Shammah, Renato Sarti, Alberto Oliva, Pierpaolo Palladino, Mimma Gallina, Renato…

  • Ventotto 2013: Editoriale

    “Stratagemmi” torna a occuparsi di drammaturgia contemporanea, dei suoi volti, del suo stato di salute, del suo futuro.
    Il presente numero raccoglie i contributi e gli interventi che hanno caratterizzato la Giornata di studio svoltasi all’Università degli Studi di Milano il 30 novembre 2013, dal provocatorio titolo: L’autore non abita più qui? Il rapporto tra autore drammatico e regista nel sistema teatrale italiano. A questo appuntamento, organizzato dal Cendic (Centro nazionale di drammaturgia italiana contemporanea), dal Cam (Coordinamento Autori Milano), e moderato da Ira Rubini, sono intervenuti autori, registi e docenti del panorama teatrale milanese, nazionale ed europeo. C’eravamo anche noi di “Stratagemmi”.

    Nella sezione dedicata agli Studi, riportiamo le relazioni di Alberto Bentoglio, Mariagabriella Cambiaghi, Maddalena Giovannelli, Marco Pernich, Margaret Rose. Profili e storie professionali a metà tra il mondo dell’insegnamento, della ricerca e quello del teatro, a loro il compito di individuare diversi spunti di riflessione: il rapporto…

  • Ventisette 2013: La traduzione teatrale e i suoi volti

    Come si traduce un testo teatrale contemporaneo? Non un grande classico, di cui si possono fare adattamenti e revisioni, bensì un’opera pensata e scritta oggi, in una lingua che non è la nostra e che vogliamo portare a un pubblico che, con tutta probabilità, non è quello per cui è stata immaginata? Chi sono gli attori in “scena” per far conoscere e divulgare un nuovo autore?

    Dopo un approfondimento incentrato sull’editoria teatrale (ventitré 2012)  Stratagemmi dedica ora il taccuino di questo numero a “La traduzione teatrale e i suoi volti”. Nell’analisi abbiamo chiesto di intervenire a persone coinvolte a diverso titolo nella ‘filiera’ della traduzione: chi i testi li ‘scova’, chi li traduce, chi sceglie di allestirli e chi lavora alla messa in scena e, non da ultimo, chi si dedica alla formazione dei futuri traduttori. Come vi accorgerete leggendo il lungo excursus che dedichiamo a questi temi, si tratta…

Social



Dal nostro e-shop