Dal nostro store

Numero della settimana:
Un numero dall’archivio di Stratagemmi in offerta speciale.

Abbonamenti:
Vuoi ricevere regolarmente Stratagemmi a casa?

img_7170

La settimana di Stratagemmi

5 dicembre-11 dicembre 2016_ Milano
1. Le beatitudini di Fibre Parallele al Teatro Franco Parenti
2. In girum imus nocte et consumimur igni di Roberto Castello al Teatro Franco Parenti
3. Tijuana di Lagartijas tiradas al sol al Teatro Frano Parenti

[more]
Dal nostro canale youtube: Eresia della Felicità

Recensioni

  • ma-candida_nieri_ph_brunella_giolivo
    Quattro parole su “MA” di Antonio Latella

    MA
    drammaturgia di Linda Dalisi
    regia di Antonio Latella
    visto al Piccolo Teatro di Milano_2-10 novembre 2016

    #1. SCARPE
    Al centro della scena, ai piedi di Candida Nieri, due enormi scarpe…

Focus

Festival

  • blog1
    MilanOltreView – Sguardi su MilanOltre

    Dal 30 settembre al 16 ottobre Stratagemmi-prospettive teatrali apre una finestra sul festival MilanOltre in scena nelle sale del teatro Elfo Puccini.

    In questa pagina dedicata alla rassegna di danza, che quest’anno…

Sguardi sulla Grecia

  • lysistraticopyrightpatroklosskafidas
    Il “metodo” Marmarinòs: intervista a Gemma Carbone

    Gemma Carbone (classe 1988), giovane attrice italo-svedese, è abituata all’apertura e all’incontro interculturale. Si è formata fra Londra, Milano e Udine, e ha già al suo attivo importanti collaborazioni: Chiara…

#playtheweek

  • img_7170
    La settimana di Stratagemmi

    5 dicembre-11 dicembre 2016_ Milano
    1. Le beatitudini di Fibre Parallele al Teatro Franco Parenti
    2. In girum imus nocte et consumimur igni di Roberto Castello al Teatro Franco Parenti…

Ultimo numero

  • Trentatré 2016: De-generazioni / un teatro geneticamente modificato

    È un’utopia, ai nostri giorni, un rapporto tra generazioni artistiche sano e proficuo? Mentre nel mondo politico le ‘rottamazioni’ vengono elette a slogan, cosa accade invece nel panorama teatrale? Esiste una trasmissione di saperi tra una generazione e l’altra? E ancora: il sistema teatrale riesce a favorire un ricambio e un ingresso delle nuove realtà?
    Questo numero di “Stratagemmi” offre una ricognizione dello stato dell’arte, a partire da un’iniziativa nata presso il Teatro i di Milano nella stagione 2014/2015: il progetto – ideato da Francesca Garolla e Oliviero Ponte di Pino – era titolato significativamente De-generazioni. Accanto alla programmazione vera e propria, articolata in una studiata alternanza tra nuovi gruppi e artisti già affermati, sono stati pensati alcuni momenti di incontro aperti al pubblico, coordinati dai due ideatori del progetto insieme alla redazione di “Stratagemmi”: il tentativo era quello di tracciare connessioni tra il singolo percorso e un panorama più…

  • Trentadue 2015: Intorno ad Alcesti

    Lo spettacolo Alcesti, per la regia di Massimiliano Civica, è andato in scena tra il 30 settembre e il 26 ottobre 2014 all’ex Carcere delle Murate di Firenze, per soli venti spettatori a serata (e ha vinto il Premio Ubu 2015 come migliore regia). Intorno a questa esperienza, significativa per molti aspetti, si snodano i contributi che leggerete nelle prossime pagine.

    Ma perché dedicare un intero numero a un allestimento andato in scena solo per un mese, in un unico luogo, che pochissimi hanno avuto la fortuna di vedere? Perché Alcesti rappresenta, a nostro avviso, un exemplum di vitale ripensamento dell’antico, un’occasione di riflessione intorno alle possibili prassi per la messa in scena del teatro greco oggi. Così, partendo da questo particolare caso studio, abbiamo allargato gli orizzonti, indagando cosa separa una mera riproposizione della nostra tradizione teatrale da una re-interpreta-zione capace di produrre nuovi scarti di senso.

    Nella prima…

  • Trentuno 2015: Appetiti in scena / ExpoShakespeare

    Nelle pagine di questo numero diamo spazio a due iniziative complementari, entrambe di grande valore, nate in seno al dipartimento di Lingue e Letterature straniere dell’Università degli Studi di Milano. Appetiti in scena, un ciclo di incontri ideato da Caroline Patey e realizzato in collaborazione con il Piccolo Teatro, è un affascinante viaggio tra i banchetti, le feste e le cerimonie del teatro europeo: dai sanguinari pasti della tragedia greca alla strabordante pancia di Falstaff, dal cibo immateriale di Beckett e Ionesco fino ai cannibali di George Tabori.
    Il progetto ExpoShakespeare – curato da Maracristina Cavecchi e Margaret Rose e pensato come un articolato laboratorio partecipativo per gli studenti – ha invece scandagliato i testi del Bardo attraverso la lente del cibo: accanto a studiosi di teatro inglese sono stati coinvolti esperti di nutrizione, professionisti del mondo del teatro, psicoterapeuti. Un coraggioso progetto interdisciplinare che ci ricorda come il corpus…

Social

ADS