Autore: Redazione

La settimana di Stratagemmi

18-24 settembre 2017_Milano 1. Tramedautore – festival internazionale delle drammaturgie a cura di Outis al Piccolo Teatro Importanti cambiamenti per Tramedautore, festival che ogni anno apre la stagione del Piccolo Teatro di Milano. A partire dalla scelta del nome – “festival internazionale delle drammaturgie” – che sottolinea l’attitudine “plurale” della nuova direzione artistica del giovane Benedetto Sicca, che quest’anno propone lavori provenienti da Belgio, Gran Bretagna, Svezia, Olanda e Italia. Un festival diffuso nel tempo – l’idea è quella di coinvolgere gli spettatori dal tardo pomeriggio fino alla mezzanotte – che dà voce a drammaturgie costruite con differenti linguaggi, come mezzi...

Read More

Rete Critica 2017: i voti di Stratagemmi

Spettacolo/Compagnia: MANIACI D’AMORE Per la ricerca drammaturgica felicemente in equilibrio tra diversi registri, che manifesta una propria originalità in un panorama troppo spesso incline a riprodurre modelli riconoscibili. Per la capacità di mantenere una definita identità autoriale, e di mostrare una tensione alla crescita di complessità (nell’ultimo Il desiderio segreto dei fossili). Qui gli articoli su Stratagemmi: MANIACI D’AMORE Organizzazione/Progetto: FUORI LUOGO Per il lavoro sul pubblico e sul territorio capace di coinvolgere spettatori a ogni latitudine anagrafica, con particolare – e felice – attenzione alle fasce più giovani e al loro percorso di formazione. Per aver saputo trasformare la piazza spezzina in...

Read More

CALL MilanOltre View – un osservatorio critico per MilanOltre

#workshop Un laboratorio di scrittura realizzato nell’ambito di una delle rassegne più prestigiose al teatro Elfo Puccini. Il festival di danza MilanOltre (28 settembre – 29 ottobre 2017), giunto quest’anno alla trentunesima edizione, apre le porte a un gruppo di giovani spettatori appassionati che, coordinati da Stratagemmi – Prospettive Teatrali, racconteranno gli spettacoli, le attività e il dietro le quinte della rassegna in una pagina dedicata. #teoria Come guardare uno spettacolo? Come si affrontano i diversi codici espressivi, anche non verbali, dell’arte drammatica? Di quali elementi si compone la rivisitazione di un classico? Ai partecipanti verranno forniti, nel corso di...

Read More

Il desiderio segreto dei fossili

Francesco D’Amore e Luciana Maniaci continuano a indagare i desideri umani, la morte in vita, l’immobilità latente di individui e società. Come in Biografia della Peste anche in Il desiderio segreto dei fossili (debutto ad Ascoli Piceno a giugno 2017) la città in cui l’azione si svolge è un non-luogo e noi, il pubblico, capiamo di esserne gli abitanti. A Petronia, tanto simile al paesino di Crisostomo, nessuno è vivo, non si nasce e non si muore, “acqua” è una parola sconosciuta, nulla scorre. Dal fondo della scena, incorniciato a guisa di quadro antico, immobile e silenzioso, David Meden osserva...

Read More

L’arte di seminare. Intervista a Maurizio Sguotti

Cosa significa “seminare” per la Compagnia Kronoteatro? Portare spettacoli teatrali, performance, danza e musica all’interno di luoghi adibiti alla fiorente produzione agricola di Albenga, permettere al pubblico di scoprire spazi altrimenti inaccessibili, che siano commerciali o artistico-culturali: questo fa, da otto anni, il Festival Terreni Creativi. È da un lato un modello di sostenibilità economica – che permette al Festival di sgravarsi economicamente di un peso, quello dell’allestimento – dall’altro un esempio di collaborazione virtuosa con realtà radicate nel territorio, dove arte e agricoltura si uniscono senza fini di lucro. Un’arte che si fa possibilità di scambio tra mondi e...

Read More

Mangiare e bere. Letame e morte

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fior”. Siamo in Liguria, nelle serre di Terraalta ad Albenga: all’ingresso nei capannoni gremiti di piante aromatiche, adibiti a sale teatrali per Terreni Creativi, la celeberrima frase del cantautore genovese sembra risuonare da ogni angolo. È Alessandra Fabbri, in tuta, ad accogliere il pubblico in uno spazio vuoto dove alcuni secchi d’acqua, argilla, cerone, uno specchio, e qualche ramoscello secco compongono la scenografia del primo spettacolo della serata: Mangiare e bere. Letame e morte, nato nel 2013 dalla collaborazione tra Davide Iodice e la danz-attrice. Alessandra mi racconta che lo...

Read More

Terreni Creativi 2017

Seminare dubbi questo il titolo (e l’ambizione) dell’ottava edizione del festival Terreni Creativi organizzata da Kronostagione Terreni Creativi Albenga dal 5 al 7 agosto. Le proposte teatrali troveranno spazio nelle aziende ortofrutticole locali che ospiteranno la ricca programmazione del festival. Trovate quindi di seguito i link alle nostre riflessioni, le recensioni, gli approfondimenti sugli spettacoli, le performance e gli eventi del festival:   To be or not to be Roger Bernat di Camilla Fava   Il desiderio segreto dei fossili di Camilla Fava   Mangiare e bere. Letame e morte di Camilla Fava   L’arte di seminare. Intervista a Maurizio...

Read More

To be or not to be Roger Bernat

Il teatro di ricerca di Fanny & Alexander è (da ben 25 anni) un teatro senza compromessi, che supera la rappresentazione, che indaga nuovi territori espressivi, che consegna all’altro, inteso come singolo e al contempo come comunità, una responsabilità, prima fra tutte quella di interrogarsi sul rapporto vivo che si realizza tra individuo e gruppo, spettatore e attore, tra pubblico e opera. To be or not to be Roger Bernat, che ha debuttato a Centrale Preneste durante il festival Teatri di Vetro nell’ottobre del 2016, è un progetto nato grazie all’incontro tra la compagnia ravennate e Roger Bernat a...

Read More

Santa Estasi al Festival di Avignone

Lo “spettacolo dell’anno” ha oltrepassato il confine nazionale. Vincitore del premio Ubu 2016, il progetto Santa Estasi di Antonio Latella (qui la recensione di Stratagemmi) è approdato al Festival di Avignone dal 19 al 26 luglio con ben tre repliche. Il luogo prescelto per la performance è stato il Gymnase du lycée Mistral che, insieme ai sedici attori, ha ospitato 1690 spettatori per un totale di sedici ore di programmazione distribuite su due giornate (per facilitare le entrate e le uscite del pubblico sono stati distribuiti all’ingresso dei braccialetti di riconoscimento). Il clima del ribollente festival francese ha contribuito...

Read More

Inteatro Festival 2017

  Inteatro Festival 2017 (Festival Internazionale di Teatro) alla sua trentanovesima edizione, affonda le radici proprio all’interno dell’urgenza del reale per offrire, attraverso spettacoli e azioni performative, occasioni di riflessione attorno allo spirito del tempo che contraddistingue la nostra contemporaneità. Trovate quindi di seguito i link alle nostre riflessioni, le recensioni, gli approfondimenti sugli spettacoli, le performance e gli eventi che si sono alternati dal 24 giugno al 2 luglio 2017 a Inteatro Festival: Inteatro Festival – nuove vie per il teatro di domani di Carmen Pedullà   Nessuna conversazione degna di rilievo di Carmen Pedullà     Scarabeo_Angles...

Read More

Kilowatt Festival 2017

Giunto alla sua 15esima edizione il festival di Sansepolcro dedica il 2017 al principio speranza: “La speranza non è una cosa astratta, né l’attesa vaga di qualcosa che verrà da sé: è l’impulso per iniziare a costruire concretamente ogni nuovo progetto”. E a Kilowatt Festival la voglia di creare non manca mai, ne è testimonianza la consueta (e straordinaria) partecipazione attiva dei Visionari, ma lo dimostrano anche gli artisti e il pubblico capaci a Sansepolcro di creare e condividere la cosa spettacolare, in una vera e propria comunità teatrale. Trovate quindi di seguito i link alle nostre riflessioni, le...

Read More

Santarcangelo dei Teatri-2017

È stato il primo Santarcangelo Festival della nuova gestione di Eva Neklyaeva e Lisa Gilardino. Un’edizione di passaggio, dicono alcuni, per cambiare pelle e lasciarsi alle spalle l’eredità di Silvia Bottiroli; un’edizione pop, suggeriscono altri, dove, tra leoni d’oro e sirenetti era facile “Imboscarsi”, ma anche – aggiungiamo noi – esplorare nuovi HABITAT, vedere spettacoli e performance lontani dalle etichette di genere, in una dimensione fluida con al centro il tema del corpo e dell’erotismo. Trovate quindi di seguito i link alle nostre riflessioni, le recensioni, gli approfondimenti sugli spettacoli, le performance e gli eventi che si sono alternati dal 7 al...

Read More

Costruire è facile?

La collaborazione tra lo scenografo e performer David Batignani e l’attore e drammaturgo Simone Faloppa nasce nel 2012 con un’indagine sulle Case di Riposo italiane per Artisti

Read More

Essere un Visionario

Avere visioni, immaginare possibilità e disegni forse inattuabili, essere un sognatore, un mistico. Nel 2017, ben 31 persone hanno preso parte al gruppo dei Visionari composto da cittadini comuni e spettatori non professionisti. Diventati, nel corso degli anni, il tratto distintivo di Kilowatt Festival, Visionari e Visionarie selezionano durante l’inverno di Sansepolcro spettacoli di compagnie o singoli artisti emergenti e indipendenti, scegliendone 9 da presentare al Festival. I Visionari partecipano poi attivamente alle giornate di Kilowatt spiegando al pubblico il perché delle loro decisioni e incontrando gli artisti e la stampa ogni mattina dopo la messa in scena degli...

Read More

TaikokiaT Shindō

Masako Matsushita, giovane performer italo-giapponese, si diploma nel 2012 al Trinity Laban Conservatoire of Music&Dance di Londra ottenendo il bachelor in Teatro e Danza. A Kilowatt Festival 2017 presenta il suo nuovo spettacolo TaikokiaT Shindō, realizzato in collaborazione con l’artista delle percussioni taiko Mugen Yahiro e con il sound designer Federico Moschetti. Il lavoro, in prima assoluta nella sua forma definitiva, è una performance d’arte che unisce musica e danza, mostrando come la tradizione e la ricerca contemporanea possano dialogare in un fecondo scambio di possibilità creative. CONTRAPPUNTO Sul fondo della scena appare una figura mascherata intenta a suonare...

Read More

Prometeo: il dono

Nel corso di sei coreografie, sviluppate tra il 2015 e il 2016, Simona Bertozzi ha ridisegnato in movimenti il mito di Prometeo creando un quadro composito, in cui le forme e corpi variano di frammento in frammento. Il secondo, in scena a Olinda il 9 luglio, esplora in scena, attraverso il rapporto fra tre danzatori, il dono della civiltà e delle tecniche, che fece degli uomini creature più vicine agli dei e che, d’altra parte, costò al titano quella tragica sofferenza che lo avvicinò all’uomo. Sulla scena spoglia due donne (la giovanissima Stefania Tansini e la stessa Simona Bertozzi)...

Read More

Vedi alla voce Alma

Il destino scritto nel nome: “Alma” è “dare nutrimento, vita”. Alma Mahler, artista e Musa di artisti, non sfuggì al proprio fato (e neppure al suo contrario: togliere vita)  come seppe bene Oskar Kokoschka, che amò questa donna carismatica, indipendente, dalla bellezza folgorante, con folle ossessione e tra molte contraddizioni (alcune nel dipinto La sposa del vento), e ne subì il dramma dell’abbandono. Ne ebbe dunque vita e, metaforicamente, morte. L’uomo consumò il tempo dell’addio senza la speranza di un reale ritorno, perché “nessuna vera Musa, una volta che è andata via, può mai tornare”, ma con l’idea della...

Read More