Note sulla mimesi teatrale dall’antichità a oggi – Sotera Fornaro – Stratagemmi 35

4,99

Descrizione

Descrizione

La mimesi teatrale non è originariamente legata alla sfera verbale: Luciano di Samosata (in Dialoghi degli dei marini IV) sottolinea chiaramente come l’uomo tenda a imitare preferibilmente tramite i gesti, suggerendo che è da questa forma di mimesis che sono nati mito e letteratura. La mimesi drammatica nella tradizione occidentale, a partire da Platone, è strettamente connessa alle parole, mentre il ruolo del corpo sembra essere secondario. Tuttavia, l’esperienza degli attori sulla scena (anche nel teatro post-moderno) è preminentemente fisica: questa contraddizione talvolta contiene dolore e senso di smarrimento da parte dell’attore.