Lo straniero nel mondo odierno

Sweet Home Europa è un testo che parla del problema dell’integrazione e della possibilità di accettare lo straniero, l’altro, l’estraneo. In questo racconto prevalgono tre figure: un uomo, una donna e un altro uomo, ognuno con una storia diversa, ma allo stesso tempo uguale, quella di una famiglia, di un popolo, di tutto il mondo e dello scontro/incontro fra civiltà. Un uomo non potendo vivere la sua cultura nella propria terra, ne cerca un’altra dove far nascere una sua casa, una sua famiglia. L’altro uomo, il contrario, vive in una comunità dove prevale un potere politico, economico, culturale da mantenere, a costo di schiacciare il più debole. La donna, invece, cerca di integrarsi nella società occidentale e critica quello orientale. Dopo tanto tempo dalla nascita dell’Unione Europea, l’Europa ancora non è in grado di rispettare, proteggere e garantire i diritti umani, lo straniero non è né accettato né considerato, anzi è disprezzato in una società che invece dovrebbe garantirgli una vita dignitosa.

Erika Corrado